Telecomandi Universali

IL TUO NEGOZIO DI TELECOMANDI DI FIDUCIA!

slide telecomandiuniversali spedizione veloce

ATTENZIONE

Cerca il tuo telecomando con...

Icona cerca05Icona marche05Icona whatsapp05

Alle volte riceviamo delle telefonate che iniziano con un "Buongiorno, non riesco a programmare un telecomando che ho visto che vendete sul vostro sito...", questa frase d'introduzione ci dice tutto: La persona all'altro capo del telefono ha un problema a codificare il suo telecomando, non l'ha comprato da noi e non letto le istruzioni che si forniscono con ogni telecomando. O se le ha lette pensa che noi avendo un sito di vendita forniamo aiuto a tutti. O che essendo la ditta produttrice dei telecomandi aiutiamo la gente a programmarli (le ditte produttrici non lo fanno, loro producono telecomandi, motori, radio; non fanno tanta assistenza ai clienti, agli installatori si, ma c'è un altro volume di affari)

Di solito rispondiamo "Guardi, sul nostro sito, nella scheda del telecomando c'è un tasto "Istruzioni" le scarichi e segua la procedura" e il cliente sappiamo già che risponderà "Si, l'ho fatto ma non riesco a programmarle il telecomando, non ci capisco nulla".

A questo punto, caro il mio non-cliente, tu ammetti di non aver comprato da noi, ammetti che non ti sei applicato a leggere le nostre istruzioni che forniamo gratuitamente a tutti e cerchiamo di rendere il più semplici possibile, anche più semplici di quelle fornite dalla casa madre e vuoi il nostro tempo e il nostro aiuto?

Di solito chiediamo: "Mi scusi, dove ha comprato il telecomando?" Le risposte possono essere varie, il ferramenta sotto casa, su ebay... ma in molti rispondono "me l'ha portato mio genero/amico/parente"... di solito si tende a dare la colpa dell'acquisto ad un terzo per apparire povere vittime della società o di persone senza pietà, mezzi parenti nemmeno tanto stimati che a tradimento ti portano oggetti non richiesti e non funzionanti.

Sarebbe facile rispondere con un "Ma scusi, se lei ha comprato un iPhone della Apple va alla Samsung per chiedere come farlo funzionare? Vada dove l'ha acquistato." bensì ci armiamo di santa pazienza e cerchiamo di risolvere il problema con un "Guardi, il suo è un telecomando semplicissimo, funziona con le levette... apra il vecchio telecomando e il nuovo e sul nuovo metta le levette nella stessa posizione di quello vecchio" (o le istruzioni relative al suo modello)

china export"Il nuovo telecomando l'ho aperto, e non ha le levette"... a quel punto discretamente chiediamo "C'è una scritta, una sigla sul nuovo telecomando?" seguono attimi di imbarazzante ricerca (non è che un telecomando sia così grande, da un lato ha i tasti e sul retro generalmente ha la sigla) "si, c'è scritto CE ROE..." ecco, quel CE che trovate su alcuni telecomandi non significa Comunità Europea, bensì China Export: una sigla che i cinesi mettono sui prodotti destinati all'Europa per far pensare ad un prodotto conforme alle normative CEE e ai vari standard elettrici (non è così in moltissimi casi, ma soprassediamo).

Il problema a quel punto è che noi non sappiamo quale dei migliaia di modelli di telecomandi copiatori cinesi abbia in mano il cliente, generalmente le procedure di copiatura sono simili per tutti, tenere premuto uno o due pulsanti contemporaneamente per un certo numero di secondi, premere poi un altro pulsante, trasmettere col vecchio telecomando e aspettare il lampeggio del nuovo. Ma l'interlocutore vorrebbe da noi una soluzione, perchè ha aperto il nostro sito e ha trovato lo stesso modello da lui in possesso.

Attenzione, NON ha trovato il telecomando cinese copiatore che gli hanno rifilato su ebay a 3€ + 5€ di spedizione, noi quei telecomandi non li trattiamo per rispetto del cliente. Sarebbe facile guadagnare vendendo prodotti scadenti che funzionano per un po', che se cadono si disintegrano, per i quali non esiste assistenza da parte del costruttore, alcuni dei quali non ottemperano alle norme Europee sulle radiofrequenze. Ma noi vendiamo prodotti certificati, testati, possibilmente Italiani e robusti (su un modello di telecomando che vendiamo siamo passati sopra con un furgone senza romperlo, inutile dire che quei telecomandi sono Italiani di concezione e produzione).

E a differenza dei venditori su ebay noi forniamo assistenza al cliente che non riesce a programmare il suo telecomando, non lo lasciamo con un affare di plastica in mano, un foglietto di istruzioni fotocopiato (o stampato male) e nient'altro. Il cliente non va fregato così, non deve cercarsi la soluzione in rete o al telefono. Deve riuscire a far funzionare quel che ha acquistato.

Nel caso in questione il tizio, non riuscendo a programmare con le istruzioni fornite si rivolge a chi vende il telecomando originale, sperando in un aiuto. Che si può dire? Immaginate di comprarvi le cialde da caffè qualsiasi alla Lidl e poi telefonare ad un concessionario Nespresso chiedendogli come mai non entrano nella caffettiera pubblicizzata da George Clooney. Come minimo non vi rispondono appena comprendono che non ci guadagneranno nulla ad aiutare chi gli porta via il lavoro vendendo delle cialde simili. Piccola parentesi, il caffè Nespresso (è un marchio della Nestlè, significa "Nestlè Espresso") è una miscela che proviene dal Kenia, ci sono 5 grammi di caffè per capsula e sono rivestite da un foglio di alluminio trattato con pellicola alimentare. Le capsule compatibili contengono meno caffè e alcune non hanno la pellicola alimentare, ma solo l'alluminio a protezione della parte che si perfora.


Ma torniamo al problema in questione (così lo risolviamo una volta per tutte a favore di quelli che comprano telecomandi a 3€ per sostituire un telecomando che gli è durato 10-15 anni ...Si paga qualcosa di più per gli originali ma durano tanto, fateci caso). Per copiare un telecomando su uno di questi copiatori cinesi, a parte il seguire le istruzioni, occorre che il vostro telecomando abbia le batterie cariche e funzioni.

Avete sostituito le pile la settimana scorsa e non riuscite a duplicarlo/copiarlo? Comprate delle nuove batterie e risostituitele. Noi quando ci arriva qualcuno con un telecomando da copiare in negozio le sostituiamo sempre prima di copiarlo, poi gli rimettiamo le loro. E al 90% ci sentiamo dire "Ma le avevo appena cambiate", sarà anche così, ma quando le cambiamo noi siamo sicuri che sono cariche.

Un'ultima nota, tempo fa apprendemmo da una persona al telefono che il venditore su ebay gli aveva dato espressamente il nostro numero di telefono (all'epoca era un numero verde, pagavamo per aiutare la gente) per eventuali aiuti nel caso di programmazione del telecomando. Il malcapitato possessore del telecomando era convinto che noi fossimo la ditta che produceva il suo copiatore cinese...

Pubblicato in Problemi risolti
Sabato, 31 Dicembre 2016 05:52

E' così facile copiare un telecomando?

Approfittiamo di questa mail per spiegarvi in cosa si differenziano i vari tipi di radiocomandi...

Da: daniela [mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.]
Inviato: mercoledì 28 dicembre 2016 11.06
A: radiocomandiuniversali.it
Oggetto: R: Salve Daniela, grazie per averci contattato!

Buongiorno Sig. Caravelli, le vorrei chiedere, come mai è così semplice avere una copia del radiocomando apricancello? Una volta che si sa la marca, sono tutti uguali?
Grazie per la pazienza. Le auguro Buon Anno .
Daniela xxxxx

Gentile Signora Daniela

La sua domanda può avere due significati. Se vuol intendere "Un estraneo può fare la copia del mio radiocomando?" Allora la risposta è no. A seconda della marca e del modello ci sono procedure da seguire; sono abbastanza semplici ma l'estraneo deve materialmente avere in mano il suo radiocomando per fare la copia. Un radiocomando è come un mazzo di chiavi: se dato ad una malintenzionato può copiarlo ed entrarvi in casa. 

 

Ma se ci sta chiedendo se tutti i radiocomandi di una stessa marca sono uguali allora la risposta è ancora una volta no. Ogni marca ha dei modelli diversi tra di loro per frequenzecodice trasmesso e caratteristiche.

Manuale istruzioni 1 - La Frequenza

Un radiocomando trasmette dei dati (in bassa potenza) ad una radioricevente, e lo fa in una frequenza tra i 20 e gli 868Mhz in AM (esistono pochi modelli che trasmettono in FM).

Se qualcuno si è mai chiesto "Ma si chiamano "telecomandi" o "radiocomandi"?", il termine esatto è "radiocomandi" (comandi tramite radiofrequenze e non comandi per la televisione), ma nel linguaggio comune le due parole sono ormai diventate equivalenti. Quindi è indifferente.

In passato esistevano i radiocomandi quarzati, con frequenze tra i 20 e i 40Mhz, nel tempo le frequenze usate sono aumentate in numero e in megahertz, attualmente nella comunità Europea si usano prevalentemente la frequenza 433.92Mhz e la frequenza 868.92Mhz. Ci sono alcune eccezioni, ma il rischio è che una trasmissione da un ponte radio disturbi il radiocomando (mai l'inverso, il radiocomando non ha una potenza paragonabile a quella di un ponte radio).

Manuale istruzioni 2 - Il Codice trasmesso 

Se metteste una radio vicino ad un radiocomando, sintonizzata sulla frequenza giusta, sentireste il codice trasmesso.

Il codice è un insieme di dati, può essere binario (cioè trasmette sequenze di 0 e 1) o trinario (-1, 0 e 1), può essere fisso o Rolling Code (ad ogni trasmissione cambia), può essere lungo 8, 10 e 12 bit (codici fissi) o 32, 64 e 128bit. Li chiamo bit per comodità, ma il termine sarebbe improprio nel caso di codici trinari, infatti i bit possono assumere solo il valore di 1 e 0. Se vuole maggiori informazioni sui bit e sui codici fissi e rolling Code può leggere questo articolo. Se vuole saperne di più su cosa sia la codifica Rolling Code può leggere questo articolo.

Quindi due radiocomandi, con frequenze diverse e tipo di codice trasmesso diverso, anche se della stessa marca, non potranno mai far funzionare la stessa radioricevente. Poi se si montano più riceventi due radiocomandi diversi possono aprire la stessa automazione. (ne parliamo qui)

Manuale istruzioni 3 - Le caratteristiche del telecomando

Un altro motivo di differenziazione tra radiocomandi è la mano dell'installatore. Infatti ci sono modelli di radiocomandi che possono essere programmati per non essere copiabili senza un codice fornito da chi ha montato l'automazione. Questa procedura è a mio parere al limite del legale, in quanto vincola i condomini all'acquisto dei radiocomandi dall'installatore. E se ci riflettete non è lui il proprietario dell'automazione che impone delle regole, sono i condomini i proprietari dell'automazione e debbono poter scegliere dove comprare il proprio radiocomando. (ne abbiamo parlato qui). Però esistono radiocomandi che hanno la caratteristica di poter essere bloccati dall'installatore.

Manuale istruzioni 4 - Conclusioni 

A questo punto ci si potrebbe chiedere: "Ma se esistono tanti telecomandi diversi, perchè non comprare sempre lo stesso radiocomando e levarsi il dubbio di quale usare? Perchè alle volte è necessario cambiare il modello o la marca?"

I radiocomandi hanno una vita lunga, non di rado durano più di dieci anni e possediamo in negozio modelli funzionanti di oltre 20 anni; guardatevi in giro: quanti elettrodomestici o apparecchi elettrici avete da tanto tempo? I telefoni, computer, frigoriferi e lavatrici hanno un ricambio più frequente.
Spesso quando si cerca di ricomprare lo stesso modello si scopre che la casa produttrice non li fabbrica più. Produce invece dei nuovi radiocomandi che alcune volte sono dei sostitutivi dei vecchi (sono un evoluzione del modello e trasmettono lo stesso tipo di codice alla stessa frequenza) e alle volte non produce più nulla che possa funzionare con la propria ricevente (alcune frequenze sono diventate obsolete o si è passati ad un nuovo tipo di codifica).
Quando non si trova più il proprio radiocomando bisogna comprare un radiocomando copiatore (chiamato compatibile o universale) che può apprendere codice e frequenza di quello in vostro possesso, in casi estremi si può sempre inserire una seconda ricevente e usare i vecchi e i nuovi radiocomandi. (ne parliamo qui)

Questo sito è strutturato in modo che riconoscendo il vostro radiocomando dal nostro catalogo, o trovandolo col nostro motore di ricerca tramite numero e colore dei tasti, si possa ordinare il proprio radiocomando; e se non fosse più in produzione un radiocomando sostitutivo o un radiocomando compatibile.

E quindi rendiamo noi facile la ricerca e la duplicazione del suo telecomando.

Applicando tutte le conoscenze apprese in anni di lavoro e mettendole a disposizione dei clienti. 

Spero che la risposta sia stata esauriente, se ha altri dubbi ci contatti pure.

Pubblicato in Domande e Risposte (Q&A)
Venerdì, 07 Ottobre 2016 07:50

Che significa Telecomando rolling Code?

In molti ci contattano chiedendoci: Cos'è una codifica rolling Code? Che vuol dire che un telecomando è rolling?

Pubblicato in L'angolo del tecnico

Vuoi scrivere una recensione su di noi?

Feedback clienti


siamo su facebook

Guida all'acquisto in 5 step

E commerce istruzioni duso